A CACCIA DI INVENTORI TRA I BANCHI DI SCUOLA


// EVENTO A PARTECIPAZIONE GRATUITA! //

Il Contest

InvFactor 2014, ormai alla quinta edizione, è l’iniziativa che il CNR-IRPPS rivolge ogni anno a “giovani inventori” con lo scopo di convogliare, stimolare e valorizzare le intuizioni e le energie creative dei ragazzi italiani acquisite durante la formazione scolastica. L’iniziativa è estesa alla partecipazione di tutti i ragazzi italiani con meno di 20 anni.

I Finalisti

TRIPLA SICUREZZA PER AUTO

TRE DISPOSITIVI: NO SMARTPHONE, NO ALCOL, NO APERTURA IMPROVVISA DELLA PORTIERA.
Tre dispositivi per la sicurezza in auto (I tre dispositivi, separati per motivi didattici, potrebbero essere integrati in un’unica apparecchiatura).
No smartphone: se l’auto e’ in movimento e il guidatore usa lo smartphone si attivano dei dispositivi che, con messaggi luminosi, sonori, scritti su un display e riprodotti vocalmente, invitano il guidatore a fermarsi o ad interrompere la telefonata. Gli atri passeggeri possono tranquillamente telefonare.
No alcol: se il guidatore si mette alla guida ubriaco, tre sensori rilevano la presenza di alcol nell’aria nelle vicinanze della testa, attivando dei dispositivi che impediscono l’avviamento dell’auto. In contemporanea viene inviato un messaggio gsm di aiuto, con allegate le coordinate GPS, ad un numero amico. Il destinatario del messaggio rileva la posizione dell’auto tramite le coordinate GPS e, arrivato sul posto, può disattivare il dispositivo che impedisce l’avviamento del mezzo mediante una password. Solo il conducente è sottoposto all’azione dei tre sensori. No apertura improvvisa della portiera: in caso di apertura improvvisa della portiera, un sensore ad ultrasuoni, posizionato nello specchietto retrovisore sinistro, rileva l’arrivo di una bicicletta, moto, auto e attiva un segnale luminoso e acustico per avvertire l’autista del pericolo.

Scuola: I.S.I.S. “E.FERMI”
Città – Regione: Bibbiena - Toscana
Proponente: GIACOMO CONTI
Professore: PIER LUIGI BARGELLINI

SISTEMA DI SICUREZZA GA

Il circuito realizzato rileva la quantità di gas mediante il trasduttore (TGS2610) che con un circuito di condizionamento è in grado di controllare il flusso di gas mediante un’elettrovalvola e di attivare un impianto di aspirazione simulato da una ventola.
Il circuito è stato completato da:

  • - sistemi di sicurezza audio/visivi;
  • - un buzzer che suona in maniera graduale con l’aumento del gas presente nell’ambiente;
  • - un display che aumenta il suo valore numerico proporzionalmente all’aumento di gas;
  • - led verde e uno rosso che indicano rispettivamente una situazione di normalità e di pericolo.
Per testare l’intero sistema è stato inserito un pulsante di prova che una volta premuto da un segnale che simula una situazione di pericolo.

Scuola: ISI Fermi-Giorgi
Città – Regione: Lucca - Toscana
Proponente: Michele Razzuoli
Professore: Giuliano Marcucci

CARTA D'IDENTITÀ CHIMICA DEI SALUMI DOP ITALIANI

Carta d'Identità Chimica per il riconoscimento dei salumi DOP italiani e la promozione del Made in Italy Alimentare. Uno strumento per validare l'autenticità ed evitare contraffazioni e frodi alimentari. L'insaccato è un termine generico che include una varietà di prodotti a base di carne di enorme interesse commerciale. Le differenze e le peculiarità dei prodotti regionali dipendono dalla varietà delle materie prime e dal processo tecnologico di lavorazione dalla flora batterica, dalla temperatura e dai materiali aggiunti. L'aroma ed il gusto di un prodotto alimentare giocano una ruolo fondamentale nella conquista dei mercati, soprattutto se stranieri. La nostra invenzione consiste nella messa a punto di un metodo di analisi strumentale dell'aroma degli insaccati, utilizzando la tecnica di estrazione SPME e il gascromatografo accoppiato ad uno spettrometro di massa. Lo scopo è quello di accompagnare il prodotto con una sorta di Carta di Identità chimica che ne impedisca la contraffazione e ne testimoni oggettivamente l'autenticità

Scuola: ITI Montani
Città – Regione: Fermo - Marche
Proponente: Martina Marinozzi
Professore: Teresa Cecchi

IBIN - SISTEMA USERFRIENDLY PER SEPARAZIONE DEI RIFIUTI

Sistema userfriendly per separazione dei rifiuti. Ibin è un bidone intelligente e personalizzabile che riconosce i rifiuti in base alle loro caratteristiche chimiche mediante vari sensori, tra cui un led nir e un sensore induttivo di rivelamento metalli e li gestisce con il processore arduino. Ibin è costituito da un sistema meccanico che permette di separare i rifiuti riciclabili, smistandoli in tre o più’ scomparti.
Il prototipo realizzato riconosce carta, plastica e vetro.

Scuola: ITI VOLTERRA – ELIA
Città – Regione: Ancona - Marche
Proponente: Marco Capitanelli
Professore: Giuseppe Di Pietro

LA GIOSTRA DEI FISCHI!

Giostra “automatica” che gira e si illumina a ritmo di musica, utilizzabile principalmente per combattere il disturbo specifico del linguaggio infantile, uno dei problemi che affligge il mondo infantile. È un disturbo evolutivo del linguaggio, detto “specifico” in quanto non è collegato o causato da altri disturbi evolutivi del bambino. Esso comporta una compromissione delle aree lessicale e/o sintattica con capacità espressiva al di sotto della media. Il tutto può essere risolvibile tramite l'utilizzo della giostra, con cui i bambini possono fare degli "esercizi"di riabilitazione in cui devono articolare e affinare le proprie capacità linguistiche. Questo è stato uno dei motivi che ci ha spinto a costruire questa "giostrina" che con l'emissione di una frequenza sonora (nel nostro caso un fischio) possiamo far si che la giostra giri su se stessa e se supera un certo valore per più volte parte la musica del film “Altrimenti ci arrabbiamo”. In questo modo il bambino si esercita a fischiare in maniera ripetuta.

Scuola: IIS “A.Volta” di Frosinone
Città – Regione: Frosinone – Lazio
Proponente: Ratti Jacopo, Schedi Stefano, Venditti Massimiliano, Ianni Elia
Professore: Romano Lombardi

CURVA AUTOSTRADALE

Il progetto è stato realizzato per l’emulazione dell’illuminazione delle curve che di notte, come anche di giorno, avvisano della presenza delle stesse. Il seguente progetto è stato compiuto mediante l’utilizzo di una serie di led (otto), comandati attraverso un microcontrollore Pic 16f84a, uno dei più economici presenti nella famiglia dei Pic oltre che essere un semplice controllo di uscite. Il seguente Pic è stato programmato attraverso un versatile compilatore “mikroc”, programmando quindi il Pic in linguaggio c. Abbiamo quindi scritto e compilato il software adatto al circuito e inserito nel chip.

Scuola: ITIS PACINOTTI - SCAFATI
Città – Regione: Salerno - Campania
Proponente: Antonio Faella
Professore: Carmine Gigi

METALS - CATCHERS

Dispositivi “Metals-catchers”:

  • 1. BANANA IN CIALDA;
  • 2. TUBO AUTO FILTRANTE;
  • 3. FILTRO METALS-CATCHERS.
I dispositivi “Metals-Catchers” permettono di sfruttare la particolare proprietà della buccia di banana: essa infatti grazie alla sua composizione, è capace di “acchiappare” i metalli in soluzione, garantendo un alto tasso di purificazione dell’acqua. Il metodo presentato è un sistema che permette di: sfruttare lo scarto alimentare, destinato alla discarica, rendendolo una vera e propria risorsa; di essere riutilizzato per più volte senza che esso perda la sua efficacia e senza che si utilizzi alcun procedimento chimico prima di essere adoperato; di possedere una maggiore efficienza rispetto ai metodi tradizionali. I dispositivi ideati e realizzati nel laboratorio di chimica sono tre: la “Banana in cialda”, un “Tubo auto-filtrante” e un filtro “Metals-Catchers”, congegni che permettono di ottenere un alto tasso di purificazione dell’acqua, salvaguardando tale bene prezioso, con un procedimento efficace ed economico.

Scuola: I.I.S. “Q. ENNIO”
Città – Regione: Gallipoli - Puglia
Proponente: Alvaro Maggio
Professore: Rossana Congedo

ACETO E GAMBERI: LA BIOPLASTICA È PRONTA

Il lavoro svolto propone di trattare gusci di gamberi con aceto di scarto, prodotto dagli acetifici, per ottenere una plastica biodegradabile. I gusci dei crostacei contengono la chitina, un biopolimero che è possibile trasformare in chitosano, una plastica biodegradabile che può avere molteplici applicazioni.
I gusci dei gamberi, disciolti in aceto, sono materiali provenienti da operazioni di recupero e non più impiegabili, e rappresentano quindi un costo per l’impresa che li produce: un loro riutilizzo comporterebbe un indubbio beneficio economico. I principi base del lavoro svolto sono stati la minimizzazione degli scarti e degli sprechi e l’ecocompatibilità del prodotto ottenuto.
Gli allievi hanno approfondito le novità nel campo della chimica sostenibile che mira a rimpiazzare l’uso e la produzione di composti tossici con prodotti ecocompatibili: la bioplastica prodotta servirà per produrre teli biodegradabili per la pacciamatura e pellicole per packaging alimentare.

Scuola: ITI Cannizzaro – Indirizzo Chimica e materiali
Città – Regione: Catania - Sicilia
Proponente: Conti Giuseppe
Professore: Angela Percolla

S-MAR-3D E GEMMA SONICA

I TRATTA DI DUE AUSILI (SONAR) PER PERSONE NON VEDENTI. I due dispositivi hanno lo scopo comune di individuare eventuali ostacoli nello spazio e di comunicare la presenza di questi a chi li indossa.
Il primo prototipo S-MAR3D e integrato in un cappellino e rappresenta un sistema di rilevamento ostacoli sia nello spazio che nel piano del pavimento.
Gemma Sonica, invece nasce in risposta alla fase di test (eseguita da persone non vedenti), nella quale S-MAR3D, risultava troppo invasivo in ambienti particolarmente ricchi di ostacoli, generando un numero enorme di segnali. Gemma sonica è una medaglia da portare al collo e genera un numero minimo di segnali. Nessuno dei due dispositivi genera segnali acustici ma vibrazioni meccaniche, così da non impegnare l'udito del portatore.

Scuola: ITI Michele Giua
Città – Regione: Cagliari - Sardegna
Proponente: Matteo Monni
Professore: Grazia Chiuchiolo – Antonello Zizi

Premiazione

18 settembre 2014 presso lo Spazio Europa, Rappresentanza Europea in Italia, via IV novembre n. 149, Roma.

InvFactor 2014 — invfactor@cnr.it — tel. 06.49.27.24.296